Brenzone sul Garda

Brenzone sul Garda

Brenzone sul Garda

L’origine del nome “Brenzone sul Garda” è alquanto incerta. Una delle ipotesi più note è quella che la fa derivare dal nome dei Brenni, una tribù germanica che si insediò sul Monte Baldo, da cui scendeva verso il lago per saccheggiare e compiere atti di vandalismo. Dopo di loro arrivarono i Romani, che hanno lasciato fondamentali testimonianze nel territorio.
L’esempio più importante è il ritrovamento, avvenuto nel 2004, di una villa romana presso la chiesa di San Zeno a Castelletto, finora unico esempio di “residenza lacustre” scavato sulle sponde orientali del Garda. I primi documenti che dimostrano una propria identità di Brenzone risalgono alla seconda metà del XII secolo, periodo in cui sorsero e si svilupparono i Comuni.
Durante il periodo medioevale, Brenzone e tutta l’area gardesana passarono sotto varie dominazioni signorili: scaligera, viscontea, carrarese fino ad arrivare alla Repubblica di Venezia. In questo periodo Brenzone sul Garda vide la nascita ed il consolidamento di alcune importanti famiglie proprietarie terriere. Tra tutte spicca la famiglia dei Brenzone “dal Lion”, il cui stemma è stato adottato come simbolo anche dall’amministrazione locale.

Brenzone sul Garda

Brenzone sul Garda

Nell’Ottocento e fino ai primi decenni del Novecento non essendoci turismo, l’economia di Brenzone sul Garda dipendeva prevalentemente dalle attività legate alla terra tra cui l’allevamento di bachi da seta, la produzione casearia e la coltivazione di olivi, che è rimasta nella tradizione fino ai nostri giorni.
È da ricordare anche la produzione di legna e di due importanti prodotti che ne derivano: il carbone e la calce. Per la produzione di quest’ultima, destinata principalmente “all’esportazione” venivano utilizzate delle particolari costruzioni di pietra di forma circolare, le ”calchére”, visibili ancora oggi, disseminate sul nostro territorio.

Le numerose malghe presenti nel comune indicano certamente una prevalenza di attività montane, ma altre importanti fonti di reddito per gli abitanti di Brenzone furono anche la pesca e la navigazione sul lago. Con il completamento della costruzione della strada Gardesana avvenuto tra il 1929 e il 1933, si verificò una vera e propria “rivoluzione” per ciò che riguarda l’economia di Brenzone sul Garda e di tutta la riviera gardesana: l’avvento del turismo, che ha portato, soprattutto dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, un cambiamento radicale secondo tutti i punti di vista.

Città: • BRENZONE SUL GARDA
Provincia: • VERONA
Regione: • VENETO
C.A.P.: • 37010
Prefisso telefonico: • 045
Abitanti : • 2505
Altitudine: • max: 2.200 s.l.m, min: 65 s.l.m.
Superficie: • 50,11 Kmq
Distanza: • da Verona Km 56 – da Trento Km 66
• da Milano Km 174 – da Venezia Km 176

Travel Guide 2016 – PDF